F…eticità

Quando nella finzione le cose finiscono bene alla tutti, più o meno, vissero felici e contenti ci rimango quasi male. Non perché abbia degli istinti distruttivi verso il mondo esterno o degli intenti autolesionistici (suppongo) ma perché quella finzione si abbellisce attraverso una meravigliosa sublimazione del negativo. Se Anna Karenina non  si fosse gettata sotto […]

Tra piume blu

Ci sono due uccellini in vetro su una delle mensole di casa mia. Un giorno, tempo fa, senza che io me ne accorgessi subito, uno dei due cadde e si ruppe le piume posteriori. Quando trovai l’uccellino mutilato mi sembrò che qualcosa in lui si era ormai definitivamente rotto, che aveva perso la sua bellezza […]

E se fosse tutto meno doloroso

Forse è una domanda che non smetterò mai di farmi: Cosa vuol dire amare? Parto da un presupposto: amo la lettura e sono inevitabilmente trasportata, per indole o per deformazione, per perdermi o per cercare (parte di una stessa storia d’altronde), per capire e per confondermi, verso quei classici drammi sentimentali. Anna Karenina e Werther […]

La cosa

Qualche anno fa durante una lezione universitaria di linguistica, il professore per indicare uno stato di possesso linguistico elevato disse una frase del tipo:”per esempio un individuo capace di padroneggiare la lingua con specifica cognizione di causa non identificherà mai un elemento chiamandolo “cosa” ma ricorrerà a uno dei termini propri del suo spettro possibile […]

Va pensiero

Se penso a te… Se penso a te sento una scossa dolce, il mio corpo si fa conduttore, l’elettricità sale lungo la mia spina dorsale e si connette con il mio viso, dando forma a un sorriso, un sorriso che vorrei rimanesse per sempre sulle mie labbra. Se penso a te sento di essere natura, […]